Chalandamarz - probabilmente la più nota tradizione engadinese

Tradizioni e usanze


Il 1° marzo 2021, il cuore della maggior parte degli engadinesi sanguina. Quelli che soffrono di più sono i bambini engadinesi, perché per loro Chalandamarz è il giorno più importante dell'anno. Ciò che non si sarebbe mai potuto immaginare è ora amara realtà per la seconda volta. A causa della pandemia di Covid-19, il Chalandamarz è stato cancellato.



Chi non conosce il famoso classico libro per l’infanzia "Schellen-Ursli", il retoromano "Uorsin" di Selina Chönz, illustrato da Alois Cariget? Questo libro per bambini, che è stato fonte d’ispirazione per diversi film, racconta la storia del "Chalandamarz", che si celebra il 1° marzo.




Anche il nome allude alle radici storiche di questa tradizione engadinese, perché quando i romani governavano la Raetia nel primo secolo d.C., il primo giorno ("kalendae") di marzo ("martius") era considerato l'inizio del nuovo anno, quando i bambini scacciavano l'anno vecchio con enorme baccano e accoglievano il nuovo anno con una grande festa! Oggi, sono i giovani del villaggio che scacciano l'inverno e accolgono la primavera rievocando la salita agli alpeggi. Il "Chalandamarz" corrisponde pienamente allo spirito degli appassionati di trail running, perché anche loro aspettano con impazienza che l'inverno faccia spazio ai fantastici sentieri dell'Engadina.


Ovunque si celebri il "Chalandamarz" in Engadina, canzoni, campanacci e un ballo per bambini ricoprono un ruolo centrale. Ma le caratteristiche comuni di questa colorata usanza si fermano qui (se non si tiene conto del buon umore di tutte le persone coinvolte); la diversità della tradizione del Chalandamarz in ogni villaggio riflette la ricchezza dell'Engadina. In tutte le comunità che hanno assunto il patrocinio dell'Engadin Ultra Trail, la gente coltiva la tradizione e festeggia Chalandamarz a modo suo.


A Zuoz, il punto di partenza dell'EUT53, la lingua e la cultura romancia sono vissute come in nessun altro villaggio dell'Engadina. Qui il Chalandamarz inizia due giorni prima del 1° marzo. Questo perché il villaggio è così esteso e perché anche il comune di Madulain, che forma una comunità scolastica con Zuoz, è coinvolto. Gli scolari vanno di casa in casa vestiti da pastori muniti di campane di diverse dimensioni, cantando canzoni per scacciare l'inverno. Dal 1° febbraio i ragazzi praticano lo schiocco della frusta. Due domeniche prima del 1° marzo c'è la "Prouva da Chalandamarz" - conosciuta in questa forma solo a Zuoz - con la processione di campane intorno a tutte le fontane del villaggio. La processione del Chalandamarz vero e proprio, il 1° marzo, termina sulla piazza del villaggio con lo schiocco delle fruste, a cui anche gli anziani amano partecipare. Il pomeriggio e la sera si balla e si canta. Pure particolare è il fatto che a Zuoz le elezioni comunali si tengano il giorno di Chalandamarz.


«Eviva il Chalandamarz!»




2 Ansichten0 Kommentare

Aktuelle Beiträge

Alle ansehen

© 2021 by Engadin Ultra Trail Team

logo_en.png
Logo_itra_V.png

OK Engadin Ultra Trail

Verein Trail Sport Samedan

Promulins Arena

7503 Samedan

E-Mail: info@engadinultratrail.ch

  • Facebook
  • Instagram
SwissRunners_farbig.jpg
Graubündentrailrun.png